Fauna & Flora

Fauna & Flora

Metà fauna, metà flora:
la natura di Cartier
è libera, forte, indomabile e bella.

 

Gli animali hanno sempre avuto un ruolo speciale per Cartier, che ne valorizza l’aspetto, la natura, il piumaggio, il manto, le scaglie, nonché la grazia, la sinuosità, la vitalità e la vivacità.

 

Il repertorio botanico di Cartier si distingue soprattutto per la scelta dei fiori. Cactus, orchidee, stelle alpine, cardi: Cartier li sceglie perché sono speciali, senza modelli di riferimento. Liberi. Non sono paragonabili ad altri fiori, sono esattamente ciò che hanno scelto di essere.

Affascinano per la libertà delle materie che li caratterizzano, per le consistenze inedite e la naturalezza del movimento.

 

Cartier è l’unico grande gioielliere ad aver integrato un maestro d’arte intagliatore nei suoi atelier. Il maestro incide e scolpisce le pietre fini e il materiale nobile: legno fossile, ametista, morganite, rubellite... Questo artigiano è in grado di far emergere una forma da un pezzo di quarzo, da un blocco di diaspro o da un’agata.

L’arte della glittica, considerata dall’UNESCO un patrimonio culturale immateriale, è un mestiere raro, un savoir-faire da preservare del quale Cartier perpetua la trasmissione formando giovani apprendisti.