Nel 1904, l'aviatore brasiliano Alberto Santos-Dumont confida al suo amico Louis Cartier che gli riesce impossibile, con entrambe le mani sulla cloche mentre è in volo, leggere l'ora sul suo orologio da tasca. Poco dopo, Cartier progetta per lui un prototipo di orologio da polso. Commercializzato nel 1911 e battezzato Santos, questo esemplare è il primo orologio con cinturino le cui anse, perfettamente integrate alla cassa, lo rendono il primo orologio da polso maschile moderno. L'orologio Santos presenta uno dei segni distintivi dell'orologeria Cartier: uno zaffiro cabochon sulla corona di carica. Nato all'alba del XX secolo, il modello Santos rappresenta la più antica icona orologiera della Maison.

OROLOGIO SANTOS-DUMONT

CARTIER PARIS, 1912

Oro giallo, un cabochon di zaffiro, cinturino in pelle.

Movimento rotondo calibro 126 LeCoultre, decorazione Côtes de Genève, rodiato, 8 regolazioni, 18 rubini, scappamento ad ancora, bilanciere bimetallico, spirale Breguet.

Questo esemplare particolarmente raro è uno dei primissimi Santos realizzati da Cartier.

2,48 x 3,42 cm (cassa)

OROLOGIO SANTOS DROIT

CARTIER PARIS PER 
CARTIER NEW YORK, 1914

Oro giallo, una mezza perla, cinturino in pelle. 

Movimento rotondo calibro 126 LeCoultre, decorazione fausses Côtes de Genève, rodiato, 8 regolazioni, 18 rubini, scappamento ad ancora, bilanciere bimetallico, spirale Breguet.

3,44 x 2,48 x 0,45 cm (cassa)

OROLOGIO 
SANTOS

CARTIER PARIS, 1926

Oro giallo, un cabochon di zaffiro. 

Movimento rotondo LeCoultre, decorazione Côtes de Genève, argentato, 8 regolazioni, 18 rubini, scappamento ad ancora, bilanciere bimetallico, spirale piatta.

3,25 x 2,25 cm (cassa)